18 ott 2009

Tempura

Il tempura è uno dei piatti giapponesi più conosciuto nel mondo. Si possono utilizzare qualsiasi pesci e verdure. Gli ingredienti che si usano più spesso sono i gamberi, calamari, pesci bianchi, zucca, melanzane, friggitelli.

Questa volta io usato anche gli ingredieti italiani; fiori di zucca e zucchini.

Ingredienti per 4p.:

Code di gambero: 8
Calamaro o Seppia: 1
Zucchini: 1
Fiori di zucca: 4
Melanzana lunga: 1
Friggitelli: 4
Funghi
Olio da friggere (Olio vegetale)

Pastella: Farina: 200g, Uova: 2, Acqua fredda: 350cc

Salsa: Dashi: 200cc, Salsa di soia: 50cc, Sake: 50cc, Zucchero: 1 cucchiaio

Zenzero grattugiato (a piacere)
Daikon (ravanello orientale) grattugiato (a piacere)

Ricetta:

1. Preparate la salsa prima di tutto. Mettete il dashi, la salsa di soia, il sake, lo zucchero nella pentola. Bollite circa 2 minuti.

2. Pulite il calamaro (seppia), togliete le pelle (cosi viene più morbido). Tagliate a pezzi (5×3cm). sulla superfice dei calamari, fate le incisioni a intervalli di 1cm (Non dovete tagliare fino in fondo).

3. Pulite i gamberi lasciando la coda. Fate tre o quattro incisioni nella parte addominale, così gamberi vengono dritti.

4. Asciugate il calamaro e i gamberi bene con la carta da cucina e farinateli.

5. Tagliate le verdure con lo spessore di 8mm.

6. Preparate la pastella. Mettete le uova e l'acqua fredda (deve essere molto fredda, così il tempura viene più croccante), mescolate bene. Poi aggiungete la farina e mescolate rapidamente (Non dovete mescolare troppo, anche se rimangono le palline della farina, lasciate così).

7. Mettete gli ingredienti nella pastella, friggete nel olio a 170 gradi.

8. Servite il piatto del tempura insieme con le ciotole della salsa.
Se volete aggiungete lo zenzero e daikon grattugiato nella salsa.

09 ott 2009

Ichiju-Sansai

Ichiju-Sansai (一汁三菜) è la più comune forma di pasto giapponese,
include il riso,la zuppa, tre piatti (Pietanza, Grande contorno, Piccolo contorno).

Si deve disporre al posto giusto.

Bastoncini: Davanti, le punte verso sinistra
Riso: Davanti sinistra
Zuppa: Davanti destra
Pietanza: Dietro destra
Grande contorno: Dietro sinistra
Piccolo contorno: Centro
Bicchieli: Davanti sinistra

* La pietanza ed il contorno grande, delle volte, sono disposti al contrario.
* Le posizioni del riso, zuppa, bastoncini sono più importanti.


Quando si servono i piatti insieme in questo modo, non si dovrebbe finire un piatto prima degli altri. Per le buone maniere giapponesi, si mangia poco da ogni piatto in ordine. Forse questa abitudine non è tanto facile per le persone occidentali che hanno l'abitudine di mangiare un piatto alla volta. Il menù giapponese è composto per mangiare alternativamente e gustare l'armonia dei piatti.

Quando mangiate il riso o la zuppa, dovete tenere la ciotola con la mano sinistra (destra per mancino) sempre. I piatti o ciotole grandi che contengono le pietanze o i contorni, non si devono tenere in mano.

La zuppa si mangia senza cucchiaio, direttamente dalla ciotola.

Ci sono vare regole, ma penso quella più importante è il ringraziamento per la persona che ha cucinato o invitato. Noi sempre diciamo "Itadakimasu" (prima del pasto) e "Gochisousama" (dopo il pasto) per ringraziare anche a casa.

07 ott 2009

Bazar della Scuola giapponese di Roma

Il 11 Ottobre, la scuola giapponese di roma organizzerà un Bazar.

Si troveranno tanti piatti giapponesi (sushi, yakitori, onigiri, yakisoba, anpan, ecc.), vari articoli giapponesi, vestiti usati, libri, negozi del tofu, syodo.

La festa comincerà dalle 11:00, sara difficile di trovare il parcheggio, consiglio di arrivare presto.

Anche io participerò.
Vi aspettiamo!

Scuola giapponese di Roma
Via della Casetta Mattei 104 00148, ROMA
URL: http://www.mclink.it/assoc/sc.gs

05 ott 2009

Forma del pasto giapponese

Ci sono diverse forme e opinioni del pasto giapponese, ma io penso si puo classifficare grossolamente in cinque.

1. I piatti offerti tutto insieme

Ichiju-sansai(一汁三菜):
Riso al vapore + una zuppa + tre piatti
Questo è la più comune forma del pasto giapponese. Potete diminuire o aumentare il numero di piatti, ma il riso al vapore e la zuppa sono le basi, non potete toglierli.


2. I piatti offerti in corso

Kaiseki (会席):
Il pasto per banchetto. Si offre 7 - 10 piatti uno dopo l'altro.

Kaiseki, o Cha-kaiseki (懐石、茶懐石):
Nato per intrattenere gli ospiti per la ceremonia del te.
Si pronuncia uguale con il pasto per banchetto (sopra), ma questo Kaiseki è considerato meno pesante.

3. Piatti unici

Donbri, Soba, Udon, Nabe, Sushi, ecc...


4. Piatti da spizzicare

Agli Izakaya (un posto tra ristorante e bar), si trovano tantissimi piatti da spizzicare che stanno bene insieme con la bevenda alcolica. Non c'è tanta regola, potete cenare spizzicando e bevendo.


5. Snack

Onigiri, Okonomiyaki, Takoyaki, ecc...

01 ott 2009

Oyakodon

Ingredienti per 4p.:
Pollo (la parte che vi piace, a pezzettini): 160g
Uova: 4
Cipolla: 1
Cipoletta tritata (facoltà)
Gohan (riso al vapore): 4 ciotole

Dashi: 400cc
Salsa di soia: 70cc
Sake: 70cc
Zucchero: 2 cucchiai

1. Preparate la salsa. Mettete il dashi, la salsa di soia, il Sake, lo zucchero nella pentola, portate bollire poi spegnete.

2. Mettete un quarto della salsa che avete preparato No.1 ed un quarto del cipolla tagliata a strisce nel oyakonabe (o padella piccola). Bollite circa 1 minuto.

3. Aggiungete un quarto del pollo tagliato a pezzettini e ancora bollite circa 1 minuto.

4. Spargete un'uovo sbattuto sopra e cuocete ancora circa 30 secondi con il coperchio. (L'uovo deve essere meta cotto. Aggiungete cipoletta tritata, se volete.)

5. Mettete il riso al vapore (gohan) nella ciotola del donburi poi sopra, il pollo e l'uovo che avete cucinato insieme la salsa.

30 set 2009

Oyako-nabe

Oyako-nabe (o Donburi-nabe) è una pentola speciale per preparare i donburi all'uovo.
Il suo nome viene da "Oyakodon" (donburi con il pollo e l'uovo), ma si usa per perparare anche altri donbri.

Normalmente Questa pentola ha la dimensione di meno di 20cm di diametro, fatta per preparare solo 1 porzione, almeno grande come la ciotola del donburi.
La paticolarità di oyako-nabe è ha il manico verso sopra. Perchè al ristorante del donburi, devono mettere tanti oyako-nabe sul fornello, con questo manico verso sopra non si distrubano tra loro.

Molto spesso il suo coperchio ha piccolo buco per fare uscire il vapole.

È difficilissimo trovarla a Roma, ma potete usare anche la padella piccola normale per pereparare i donburi all'uovo.

28 set 2009

Gyudon

Ingredienti per 4p.:

Dashi: 400cc
Manzo (fette sottilissime): 400g
Cipolla: 1
Zenzero fresco grattugiato: 1 cucchiaino
Salsa di soia: 4 cucchiai
Sake: 3 cucchiai
Zucchero: 2 cucciai
Sale
Sichimi (peperoncini misti giapponese): Facoltà
Gohan (riso al vapore): 4 ciotole

Ricetta:

1. Portate bollire il dashi e mettete la cipolla tagliata a listerelle sottili.
2. Quando la cipolla si è ammorbidita, aggiungete la salsa di soia, il sake, lo zucchero, il manzo e mescolate bene.
3. Mettete il coperchio e poi cuocete a fuoco basso per 15 minuti finchè la carne diventa abbastanza morbida.
4. Aggiungete lo zenzero grattugiato e poi cuocetelo ancora 1 minuto.
5. Mettete il riso al vapore (gohan) nel ciotola del donburi e il manzo cucinato insieme con la salsa.

27 set 2009

Mercatino Giapponese

Il 27 Settembre, c'e stato il Mercatino Giapponese. (Non scrivo il blog da tanto tempo, mi dispiace non potevo visarvi prima del mercatino...)

Anche io ho participata, avevo il banco con vari articoli giapponesi. Ci stavano tantissime persone!! Sono molto contenta che così tante persone sono interessate al giappone.

Al mercatino si trovavano tanti diversi oggetti giapponesi; dalle cose tradizionali (kimono, piatti, bambole) alla moda di oggi (manga, cartoni animati, ogetti GothLoli). Le mie amiche che fanno il catering giapponese hanno aperto il banco dove si vendeva i sushi, yakisoba, yakitori, sake, ecc..

Il prossimo mercatino sarà il 8 Novembre.
Vi aspettiamo.

Photo by pallina

11 mag 2009

Donburi

Il donburi è un tipo di piatto giapponese, consiste il pesce o carne o altri ingredienti preparato sopra il riso al vapore in una grande ciotola. È considerato come piatto unico.

I donburi più comuni sono:

Oyakodon: Il pollo, l'uovo, la cipolla cucinati nella salsa sopra il riso.
Katsudon: Il suino fritto, l'uovo, la cipolla cucinati nella salsa sopra il riso.
Tendon: Il tempura di gamberi e verdure sopra il riso.
Gyudon: Fettine di manzo e cipolla cucinati nella salsa sopra il riso.
Kaisendon: I pesci crudi sopra il riso.

La ciotola grande per donburi si chiama anche donburi. Delle volte ha il suo coperchio. Si usa anche per i piatti di pasta giapponese (la soba, l'udon, ecc.)
La foto destra ho fotografato a Castroni, lì si trovano alcuno stoviglie giapponesi.

19 apr 2009

Syogayaki (Suino fritto con zenzero)

Facilissimo e buonissimo!!

Ingredienti per 4p.:
Lombo di suino (a fette sottili): 600g
Zenzero fresco grattugiato: 2 cucchiai
Salsa di soia: 3 cucchiai
Sake: 3 cucchiai
Zucchero: 1 cucchiaio
Olio vegetale (soia, girasole, arachide, ecc): 2 cucchiai


Ricetta:

1. Marinate il suino con zenzero, salsa di soia, sake, zucchero e lasciatelo minimo mezz'ora.

2. Riscardate una padella e metteteci l'olio vegetale. Poi cucinate il suino scolato. Quando è quasi cotto, aggiungete la marinatura. Fate evaporare per un minuto.

* Potete aggiungere l'aglio grattugiato o la cipoletta tritata o la cipolla grattugiata nella marinatura a propria scelta.

15 apr 2009

Salsa di soia

La salsa di soia di Kikkoman si trova facilmente nei supermercati. Kikkoman è giapponese ed è la marca più conosciuta del mondo, ma la salsa di soia è nata originariamente in Cina circa 2,700 anni fa, poi da lì si fu esportata a est e est-sud Asia. In Giappone fu introdotta alla fine del VII secolo e sviluppata autonomamente.

La salsa di soia giapponese si classifica in 5 categorie.
Koikuchi: 90% di salsa di soia appartiene a questa categoria. Quella femosa Kikkoman (foto) che si trova dovunque è salsa di "Koikuchi". Viene prodotta a partire da quantità approssimativamente eguali di soia e grano.
Usukuchi: Meno colorato, meno profumato ma più salato. Si usa particolarmente nella parte ovest di giappone.
Tamari: Più scuro e profumato. È ottenuta principalmente dalla soia, con l'aggiunta di una piccola quantità di grano.
Saisikomi: Fermentato due volte, molto piu scuro e profumato. Ideale per il sushi o il sashimi.
Shiro: Molto chiaro, più salato. È principalmente prodotta col grano, con una aggiunta molto piccola di soia.

Se volete la salsa oltre "Koikuchi", andate nei negozi orientali. Ma "Saishikomi" non'ho mai trovato in nessuna parte a Roma. Se sapete dove si trova, fatemi sapere per favore!

08 apr 2009

Zenzero

In Giappone lo zenzero si usa fresco, è spesso grattugiato o tagliato a strisce per aromatizzare i piatti. Il gusto della combinazione dello zenzero e la salsa di soia è ottimo, mi fa sentire proprio in Giappone.
Si mangia anche molto spesso sotto aceto. Quello tagliato a lamelle si usa come un contorno del sushi (si chiama "gari"). Invece quello tagliato a strisca si usa come condimento per yakisoba (pasta fritta), takoyaki (polpettini con polipo), chirashizushi (sushi sparpagliato), ecc. (si chiama "beni shouga").

A Roma si trova da Castroni, nei grandi supermercati, qualche negozio orientale, il mercato Esquilino (Vittorio), ecc.

04 apr 2009

Sake

Il sake (nihonsyu) è una bevanda alcolica giapponese derivata da riso fermento, contiene 15-20% di alcol.

C'e una grande varietà del prodotto.
Ci sono due tipi fondamentali:

Futsu-syu (Sake ordinario): Come il vino da tavolo, prodotto senza dover rispettare particolari discipline di produzione.

Tokutei meisho-shu (Sake designazione speciale): i prodotti crassificati in tre categorie.

  • Honjozo-shu: Ottenuto dal riso brillantato meno di 70%, aggiunto max. 120L di alcol da fermentazione a 1t. di riso

  • Junmai-shu: Ottenuto solamente dal riso (brillantato meno di 70%), il fermento di riso (kome-kouji) e l'acqua

  • Ginjo-shu Ottenuto dal riso (brillantato meno di 60%), il fermento di riso (kome-kouji) e l'acqua. Quello fatto dal riso brillantato meno di 50%, si chiama "Dai-Ginjo-shu"



Si può bere a diverse temperature da 5℃ a 55℃:
Reisyu (Sake freddo): 5-15℃
Hiya (Temparatura di ambiente): 15-30℃
Atsukan (Sake caldo): 30-60 ℃
Potete scegliere la temperatura seguendo il vostro gusto e tipo di sake.

Il sake si usa anche molto spesso per la cucina giapponese.

A Roma non se ne trovano così tanti tipi, ma se lo prendete solo per cucinare, vanno bene quelli che trovate.
Si vende nei supermercati grandi (ma è un po' caro) o negozi orientali.
Da Castroni si possono trovare una diecina di diverse marche di sake (la foto).

02 apr 2009

Castroni

A Castroni si trovano gli ingredienti da tutto il mondo, un reparto è dedicato agli ingredienti giapponesi, si trovano tantissime cose. Vende anche vari tè, bevanda giapponese (sake, syochu, umesyu, ecc.), utensili da cucina, stoviglie giapponesi, confezioni di sushi da portar via.

Castroni Group
URL: http://www.castronigroup.it

Cola di Rienzo
Via Cola di Rienzo 196/198 Tel: 06 6874383

Boccea
Via Boccea, 173/175 Tel: 06 6625779

Catania
Via Catania, 54 Tel06 44244197

Flaminia
Via Flaminia, 28/32 Telefono: 06 3611029
URL: http://www.milledelizie.com

Ottaviano
Via Ottaviano, 55 Tel: 06 39723279
URL: http://www.castroniottaviano.com

Quattro Fontane
Via della Quattro Fontane, 38 Tel: 06 4882435

Balduina
Piazza della Balduina, 1/1A Tel: 06 35496806

Irnerio
Piazza Irnerio, 73/74 Tel: 06 66000187

30 mar 2009

Riso giapponese

Il riso giapponese (japonica) è superfino, abbastanza appiccicoso e ha il tatto delicato. Serve per preparare i piatti come sushi o donburi per forza.

Ho provato diverse marce di riso giapponese che si trovano a Roma.

Akitakomachi (foto sinistra)
Okomesan (foto destra)
Questi due prodotti si trovano nei negozi coreani e Castroni. Sono abbastanza buoni, le produzioni sono italiane.

Sushi Chef (foto sinistra)
Il prodotto è americano. Il sapore è accettabile, ma i chicchi sono un po' più grandi e meno appiccicosi per essere riso giapponese. Comunque si può usare. Si trova nei supermercati grandi.

Itakomachi (foto centrale)
Il prodotto è italiano. Il sapore è così così, i chicchi sono un po' piu grandi e meno appiccicosi per essere riso giapponese, ma si può usare. Si trova a Todis.

Sushi Rice (foto destra)
È il riso giapponese??? Brillantato male. Non mi piace.

Si trovano tante altre produzioni di riso giapponese nei negozi orientali.
Provate i diversi tipi e trovate una marca che vi piace.

29 mar 2009

Grandi Supermercati

Anche nei grandi supermercati come Auchan, Panorama, Carrefour, si trovano degli ingredienti giapponesi.

Fra loro Auchan ha in particolare tante cose, sesamo (bianco e nero), uova di salmone, zenzero fresco, zenzero sotto aceto, wasabi, sake, nori, erba cippollina fresca, riso giapponese, farina di riso, soba, grano di saraceno, bamboo in scatola, misoshiru istantaneo, sushi kit, farina per tempura, semi di azuki, germogli di soia, ecc.

Ultimamente si vende il sushi fresco al reparto del pesce, l'ho provato ma non era granchè. Ho visto anche il sushi congelato... una cosa che non ho mai visto in giappone. Non ho idea di come potrebbe essere, lo proverò uno di questi giorni...

25 mar 2009

Negozi orientali a Roma

A Roma in Questi negozi si trovano gli ingredienti giapponesi.

Korean Market
Via Cavour, 84 Roma
Tel: 06 4885060‎
URL: http://utenti.lycos.it/koreanmarket/
* È il negozio coreano. Ha tantissimi ingredienti giapponesi, trovate quasi tutte le cose che vi servono per cucinare giapponese. A me piace anche la cucina coreana, ci vado spesso per fare la spesa.

Alimenti Orientali (東洋食品)
piazzale Gregorio VII,23/25 Roma
tel: 06 39388734
* È il negozio coreano vicino al Vaticano. Ha vari ingredienti giapponesi, quasi la stessa cosa come Korean Market.

Corea Trading (韓日食品)
Via Carlo Emanuele I, 94 Roma
tel: 06 2147954
* È il negozio coreano. Non ci sono mai stata, ho trovato il suo nome nel giornale giapponese.

Pacifico Trading (太平洋超級市場)
Via Principe Eugenio, 21 Roma
tel: 06 4468406
* È il negozio cinese vicino Piazza Vittorio Emanuele. Ha vari ingredienti orientali, cinesi, giapponesi, thailandesi, indiani.
Si trovano anche vari utensili da cucinare.

Oriental Store (東方貿易公司)
Via Turati Filippo, 130 Roma
tel: 06 97250847
viale delle Milizie, 9/E-9/F
tel. 06 37518773
* Ci sono due negozi, uno nella zona Vittorio, l'altro in Ottaviano. Sono negozi cinesi, hanno anche qualche ingrediente giapponese.

Guardate anche queste pagine:
Castroni
Grandi Supermercati

21 mar 2009

Monte Fuji

Il Monte Fuji (Fujiyama, 3.776 m) è la montagna più alta del giappone, non erutta da più di 300 anni, ma è un vulcano attivo.

È conosciuto come uno dei simbli giapponesi, sempre adrato come una montagna sacra, ha ispirato molti artisti per la sua bellezza.

Si trova tra le prefetture di Shizuoka e Yamanashi a 113km da Tokyo. Se il tempo è bello, anche si vede da Tokyo dagli edifici alti.


Ci sono tanti punti da cui ammirare il Monte Fuji, come Hakone, Città di fuji, Gotenba, ecc, l'ho visto anche da diversi altri posti, ma secondo me dove si vede straordinariamente bello è la parte nord-ovest della penisola di Izu. Da lì lo vedete oltre il mare (Oceano Pacifico), sembra un'opera di Hokusai.
La foto sopra è la vista del Monte Fuji da Heda (un quartiere della città di Numazu) collocato sulla costa ovest della penisola di Izu.

Un'altra vista che mi ha impressionato è dall'aereo. Ho fotografato la foto sinistra in volo tra Tokyo e Hiroshima. Era un spettacolo! Si trovava il Fuji bianco (erà inverno) in mezzo ad una foresta nera, era una vista veramente emozionante. Credo che questa vista possa vedersi anche dai voli tra Tokyo e parte ovest di giappone, Nagoya, Osaka, Fukuoka, ecc.

Si può salire in cima al Fuji solo in estate (1 Luglio - 26 Agosto), fino alla quinta stazione potete arrivare con l'auto, poi si cammina. Se non avrete il mal di montagna, non è cosi faticoso. Però non dovete aspettarvi il divertimento del trekking, perchè non avrete una vista particolare, niente piante alpine (perchè è un vulcano), la strada sembra sempre uguare dall'inizio alla fine. Quindi ci vuole la pazienza e alla fine avrete la soddisfazione quando vedrete il tempio di shinto in cima.

Intorno al Monte Fuji ci sono tantissime terme e posti da vacanza e turismo. Ci possiamo divertire in tutte le stagioni.

18 mar 2009

Misoshiru

Il misoshiru è una zuppa insaporita dal miso. In giappone si mangia tantissimo. Il sapore del misoshiru è quello del patria per i giapponesi, una cosa che si scorda mai.
Ho usato l'abraage e la cipoletta come l'ingredienti questa volta, però potete mettere qualsiasi cosa volete. Molto spesso si usano il tofu, la wakame (un tipo di alga), le verdure varie, le polpettine di alici, il granchio, il suino.

Ingredienti per 4p.:
Dashi (Brodo): 600 cc
Abraage: 50 g
Cipolletta: 100 g
Miso: 2-3 cucchiai (Regolate la quantità, dipende dalla qualità del miso e il vostro gusto. Se non viene abbastanza salato, aggiungetene un po' di più.)


1. Mettete l'abraage nel colino nel lavandino e gli versate sopra l'acqua bollente (per togliere l'olio eccessivo dal'abraage).

2. Tagliate l'abraage e la cipoletta al bocconcino.

3. Portate il dashi (brodo) al ebollizione e scioglieteci il miso.

4. Mettete l'abraage e la cipoletta e quando la zuppa è ribollita, spegnete il foco.

16 mar 2009

Miso

Il miso è un condimento pastoso fatto dalla soia fermentata, cui spesso vengono aggiunti il riso o l'orzo. È uno degli ingredienti molto tradizionali che non si possono mancare per la cucina giapponese.

Ha il sapore molto paticorale, è abbastanza salato. Il gusto del miso è molto variato, dipende dalla clima, la durata del fermentazione, gli ingredienti, tipo delli microrganismi fermentivi (koji), tipo del contenitore dove si fermenta.
I tipi molto comuni sono:
Aakamiso (miso rosso)
Shiromiso (miso bianco)
Hacyomiso (100% soia, senza altri tipi delli cereali)
Awasemiso (mescolato i diversi tipi)

Si usa per condire ed insaporire la zuppa (Misosiru), le salse, le marinate.

A Roma si trova nei negozi orientali o Catroni.

15 mar 2009

Abraage

L'abraage è il fritto di tofu affettato sottilmente. Si puo fare a casa, ma in giappone generalmente si compra nei negozi alimentari.

Si usa spesso per il misoshiru (zuppa di miso), l'inarizushi (un tipo di sushi), il piatto di udon o soba.

A Roma si trova in congelato nei negozi orientali.

13 mar 2009

Dashi

Il "dashi" sinifica brodo in giapponese. Per fare il dashi si usa molto spesso il katsuobushi (tonno secco), il niboshi (alici secche), il konbu (un tipo di alga).

Qui spiego il dashi fondamentale.

Ingredienti:
Acqua: 1L
Konbu (un tipo di alga): 10cm × 10cm
Katsuobushi (tonno secco): 20g

1. Pulite il konbu con la salvietta bagnata e fategli 4-5 tagli (come una frangia).
2. Mettete l'acqua e il konbu nella pentola e fate bollire a fuoco moderato.
3. Quando l'acqua è appena bollita, togliete il konbu dall'acqua.
4. Spegnete il fuoco un'attimo e aggiungete il katsuobushi. Poi riaccendete il fuoco.
5. Quando l'acqua è appena ribollita, spegnete il fuoco. Poi filtrate il brodo.


Si vende anche il dashi istantaneo. (la foto sopra, si trova anche a Roma nei negozi orientali o Castroni.)
Se volete risparmiare tempo, potete usarlo.
Aggunge a 4g (1 cucchiaino) di dashi istantaneo 600cc di acqua.

Konbu

Il konbu è un tipo di alga, è molto usato nella cucina giapponese. Quello seccato si usa per insaporile il brodo(dashi) e come l'ingrediente dei tanti altri piatti. Quello fresco si mangia crudo e condito come l'insalata.

A Roma il konbu seccato si trova nei negozi orientali o Castroni.

Katsuobushi (Tonno secco)

Il katsuobushi è il tonnetto affumicato, seccato e poi fermentato. Per usarlo si fa in scaglie (come il parmigiano) e maggiormente si usa per preparare il brodo (dashi) che può essere il base dei tanti piatti. Il katsuobushi è un ingrediente che non può mancare per la cucina giapponese.
Una volta si faceva in scaglie solo a casa, invece oggi si trova quasi sempre al negozio in bustina già fatto in scaglie. Quello in scalie grosse si usa per fare il brodo. Invece quello in scalie fini si usa come un condimento.

A Roma si trova nei negozi orientali o Castroni.

(foto: da wikipedia, sakurai midori)

02 mar 2009

Bento - 2

Ingredienti:
Riso al vapore
Salmone alla griglia
Tamagoyaki (Frittata giapponese)
Broccoli bolliti
Carota bollita
Surimi
Mandarino
Nori (Alga)
Sesamo

Dividete in due spazi il contenitore con carta forno.
Mettete il riso al vapore in uno dei due spazi. Sul riso spargete il nori (alga) tagliata in pezzi (5㎟), i sesamo e un po'di sale.
Condite i broccoli e la carota bollita come vi piace.
Nel'altro spazio tutto resto dividendo ogni ingrediente con un foglio d'insalata o alluminio.

01 mar 2009

Bento - 1

Ingredienti:

Riso al vapore
Umeboshi
Karaage
Gomaae
Uovo bollito
Fragola
Insalata

Ho usato 2 contenitori piccoli per preparare il bento, però potete usare anche 1 contenitore grande per mettere tutti gli ingredienti insieme.

In un contenitore mettete il riso al vapore con un'umeboshi al centro.
Nel altro contenitore mettete tutto resto dividendo ogni ingrediente con un foglio d'insalata o alluminio. E mettete un po' di sale sul'uovo bollito.


In giappone si avvolge il contenitore nel tovagliolo (furoshiki).
Così quando apri il bento potete mangiarlo direttamente sul tovagliolo!

26 feb 2009

Umeboshi

Le umeboshi sono le prugne giapponesi(ume) sotto sale. Si usa molto spesso come il condimento per l'onigiri (la polpetta di riso), il bento, e tanti altri piatti.
Da vedere sembra dolce, invece è aspro e salato, ha tanto acido citrico, è considerato un cibo sano.
In italia non'è tanto facile da trovarle. A Roma si trova un paio di negozi orientali.

23 feb 2009

Bento

Il bento è un pasto a singolo porzione che si mette nel contenitore per portare via. Le persone lo preparano a casa e lo portano in ufficio o a scuola per pranzo. Ci sono anche i negozi di bento nelle grandi stazioni o quartieri comerciali, si trovano anche ai supermercati.

La base della composizione del bento è il riso (bianco o condito), il pesce o la carne, il contorno, verdura in salamoia e frutta.

La foto a sinistra è il bento che ho comprato alla stazione del sinkansen (il treno superrapido giapponese) a Tokyo. In una confezione possiamo godere dei vari gusti.

In giappone il bento è considerato una cultura.
Si vendono tanti tipi di bento e vari tipi del cestino e contenitore per bento.

Altro giorno ho trovato dei contenitori abbastanza carini a IKEA, ci preparerò il bento la prossima volta.

22 feb 2009

Gomaae

Il "Gomaae" è il contorno di verdura condita con i sesami.
Molto spesso si usano i spinaci e i fagiolini.

Ingredienti:

fagiolini: 300g
Sesami: 5 cucchiai
Salsa di soia: 2 cucchiai
Zucchero: 1 cucchiaio
Sale


Ricetta:

1. Togliate la parte dura dei fagiolini e tagliateli in pezzetti da 4cm.
Bolliteli con un po' di sale.

2. Pestate i sesami. Poi mescolateli con la salsa di soia e lo zucchero.

3. Condite i fagiolini con la salsa del punto 2.

19 feb 2009

Suribachi

Il suribachi è il mortaio giapponese fatto in ceramica. È formato come una ciotola e ha i solchi per pestare bene i cibi. Si usa molto spesso per pestare il sesamo, i pesci, il tofu, ecc...
A Roma si trova nei negozi orientali. Se non l'avete, potrete usare anche il mortaio italiano o la macchinetta del tritatutto o robot.

16 feb 2009

Tori no Karaage (Pollo fritto)

Ingredienti per 4p.:

Pollo (qualsiasi parte vi piace): 800g
Salsa di soia: 3 cucchiai
Sake: 3 cucchiai
Zucchero: 1 cucchiaino
Olio di sesamo*: 1 cucchiaino (se non l'avete si può fare senza)
Zenzero: un pezzettino (4cm × 4cm)
Aglio: un pezzettino
Farina di grano
Fecola di patate
Olio per friggere (arachide, soia, girasole, ecc...)


Ricetta:

1. Tagliate il pollo a bocconcini.

2. Mescolate il pollo con la salsa di soia, il sake, lo zucchero, l'olio di sesame, lo zenzero e aglio grattugiati, e lasciatelo minimo mezz'ora a marinare.

3. Sgocciorate il pollo e farinatelo con il misto della farina di grano e la fecola di patate nella proporzione di 1:1.

4. Friggetelo nel'olio a temparatura media.

*L'olio di sesame si trova nei negozi orientali.

15 feb 2009

California roll


Il California roll è un sushi che è nato in un ristorante giapponese di Los Angels negli anni 60. per tanti americani era difficile mangiare il pesce crudo poi un cuoco giapponese ha inventato una ricetta che potesse piacere agli americani. Dopo un po' questa ricetta è diventata famosa anche in giappone. Infatti il California roll è super buono!

Il California roll è molto spesso fatto in "uramaki", il nori (alga) dentro e il riso fuori. Vi spiego come si fa.

Ingredienti per 4 persone:
Riso giapponese: 500g
Aceto di riso (o mela): 3 cucchiai
Sale: 1.5 cucchiaini
Zucchero: 1 cucchiaio
Surimi: 200g
Avogado: 1
Limone: 1
Granchio (scatola):200g
Maionese:2 cucchiai
Uova di lompo: 50g
Erba cipollina (se ne avete)
Nori (Alghe): 4-5 fogli
Per salsa (Salsa di soia: 4 cucchiai, Maionese: 4 cucchiai)
Wasabi*


Ricetta:

1. Preparate il riso al vapore.

2. Mettete il riso al vapore caldo nella ciotola grande, e spargete l'aceto di riso in cui avete fatto sciogliere il sale e lo zucchero. Mescolatelo bene.

3. Tagliate l'avogado a bastoncini e gli bagnatelo con il limone spremuto per non fagli cambiare colore.

4. Mescolate bene il granchio e la maionese.

5. Disponete l'alga sul makisu. Spalmate il riso sottilmente sul'alga e spargete un po' di sesamo. Copritelo con la pellicola e rivoltatelo.

6. Mettete il surimi, il granchio, l'avogado al centro del'alga (più verso la vostra parte). Arrotolate il makisu tenendo la pellicola insieme per avvolgere gli ingredienti nel riso.

7. Fatelo riposare un paio di minuti poi tagliatelo in 8 pezzi con il coltello bagnato. Mettete le uova di lompo, l'erba cipollina tritata (se avete), una salsa fatta con la salsa di soia e la maionese sul sushi.
Se vi piace il wasabi, aggiungetene un pochino nella salsa.

*Wasabi è il rafano verde giapponese dal sapore piccante. Si trova nei negozi orientali o anche nei grandi supermercati.

09 feb 2009

Hiroshima

Quando siamo stati Hiroshima, mio marito è stato male con la febbre alta. Stavamo sempre in albergo. Perciò a Hiroshima praticamente abbiamo visto solo il Memoriale della pace.

Il tempo era brutto, questo mi ha buttato ancora più giù.
Tutti sanno che cos'è successo in Hiroshima nel 1945 Agosto.
Anche se lo sappiamo bene, esiste una sensazione che si può provare solo lì.

Hiroshima Peace Site (Ingrese)



Foto sopra:
Stavamo sempre in albergo... Però, per fortuna, avevamo una bellisima vista della città dalla nostra stanza.

Foto sotto destra:
Ci sono due tram sopravvissuti al bombardamento atomico che oggi ancora sono in funcione; No.651 e No.652.
Incredibile!! Sono mantenuti molto bene.

Foto sotto sinistra:
La prima sera a Hiroshima mio marito stava ancora bene, quindi potevamo uscire per cena. Abbiamo gustato le ostriche, il pesce palla, polipo, ecc... tutto prodotto nella zona di Hiroshima. Erano bonissimi!

06 feb 2009

Miyajima (Itsukushima)

Miyajima (Itsukushima) è una isola nella prefettura di Hiroshima.

Sono stata lì l'anno scorso.

A Miyajima c'è un tempio shintoista che si chiama "Itsukushima jinja" che ha una storia di 1400 anni. L'edificio attuale è stato costruito nel 1168 da Kiyomori Taira il quale, in questa epoca, aveva più potere del'imperatore stesso.

Itsukushima jinja è collocato sul mare, ha una bellezza molto particolare.
La foto di destra è il "torii", il portone del santuario shintoista, che normalmente si trova sull'acqua. Purtroppo quando ci siamo stati noi era bassa marea, e quindi il tempio era all'asciutto... Peccato! Comunque ho gustato la atomosfera misteriosa di questa isola alla luce del tramonto.


Sulla strada tra la banchina e il tempio ci sono tanti negozii che vendono i souvenirs e gli spuntini locali (ostrica grigliata, pesci fritti...). Ne abbiamo assagiati tanti, è stata una passeggiata molto divertente.

Ci sono tanti cervi a Miyajima. Si sono molto abituati agli umani. Se hai qualcosa da mangiare, si avvicinano, delle volte rubano! In questa isola c'è una leggenda: i cervi hanno portato le dee qui e sono stati da sempre il loro tramite, perciò le persone li hanno protetti.

A Miyajima ci sono anche le terme. Purtroppo noi avevamo l'albergo a Hiroshima. La prossima volta se ritorno qui, prenoterò un'albergo tradizionale con le terme. Sara bellissimo.

Miyajima sito ufficiale (Ingrese)

03 feb 2009

Futomaki zushi (Sushi arrotolato grosso)


In giappone si mangia il Futomaki zushi (sushi arrotolato grosso) nel giorno di "Setsubun". Si dice che si devono usare 7 ingredienti diversi per chiamare la fortuna, io ne ho usati solo 5 perche non ne avevo abbastanza... Spero che la fortuna arrivi lo stesso.

per 4 persone:
Riso giapponese: 500g
Aceto di riso (o mela): 3 cucchiai
Sale: 1.5 cucchiaini
Zucchero: 1 cucchiaio
Surimi: 200g
Cetriolo: 1
Uova di lompo: 80g
Insalata: 4 fogli
Per la frittata (Uova: 4, Zucchero: 1 cucchiaio, Sake: 1 cucchiaio, Sale: mezzo cucchiaino, Salsa di soia: 1 cucchiaino, Olio vegetale)
Nori: 4-5 fogli
Salsa di soia
Wasabi*

Ricetta:

1. Fate il tamagoyaki (la frittata giapponese). Quando è raffredato tagliatelo come bastoncini.

2. Tagliate il cetriolo a bastoncini.

3. Preparate il riso al vapore.

4. Mettete il riso al vapore caldo nella ciotola grande, e spargete l'aceto di riso in cui avete fatto sciogliere il sale e lo zucchero. Mescolatelo bene.

5. Disponete la alga sul makisu. Spalmate il riso sottilmente sul'alga. Lasciate 2cm di spazio senza il riso sul lato opposto.

6. Mettete le uova di lompo, l'insalata, il surimi, il tamagoyaki (la frittata), il cetriolo al centro del riso spalmato orizzontalmente (più verso la vostra parte.
Arrotolate il makisu per avvolgere il riso e gli ingredienti nel'alga.
Fatelo riposare un paio di minuti poi tagliatelo in 8 pezzi con il coltello bagnato. (Se volete mangiarlo nel giorno di setsubun per chiamare la fortuna, non tagliatelo e si mangia uno intero.)

7. Mangiate i sushi con la salsa di soia e il wasabi secondo la propria preferenza.

*Wasabi è il rafano verde giapponese dal sapore piccante. Si trova nei negozi orientali o anche nei grandi supermercati.


節分なので、太巻き寿司を作ってみました。福を呼ぶ恵方巻きでは、具を7種類入れなくちゃいけないみたいですね。私は、かんぴょうとか、しいたけとか、伝統的な具の太巻きが大好きなんですが、うちに材料がぜんぜんなかったので、適当にあるもので作りました。しかも、5種類だけ。丸かじりするものらしいですが思いっきり切ってあります。やっぱり、これじゃあ、福は来ないでしょうか?

材料
お米: 3合、酢: 大さじ3、塩: 小さじ1.5、砂糖: 大さじ1、カニカマ: 200g、きゅうり: 1、とびこ: 80g、サラダ菜: 4枚、海苔: 4-5 fogli
卵焼き(卵: 4, 砂糖: 大さじ1, 酒: 1, 塩: 小さじ1/2, しょうゆ: 小さじ1, 植物油)
しょうゆ、ワサビ

1. 卵焼きを作ります。冷めたら、棒状に切ります。
2. きゅうりを棒状に切ります。
3. お米を炊きます。
4. ごはんに、砂糖と塩を溶かした酢を加えて、よく混ぜ、酢飯にします。
5. まきすに海苔を置き、その上に薄く酢飯を広げます。海苔の向こう側2cmぐらいは、ご飯をのせず、余白にしておきます。
6. ご飯の中央より少し手前側に、具を水平に並べ、まきすで巻きます。2分ほどねかせ、濡れた包丁で8等分に切ります。

02 feb 2009

Setsubun

 "Setsubun" sinifica "dividere le stagioni" in giapponese. Il setsubun si festeggia il 3 Febbraio (il 4 Febbraio per l'anno bisestile) cioè alla vigilia del capodanno secondo il calendario lunare. Si festeggia anche l'arrivo della primavera.

Durante la festa si lanciano i fagioli di soia per mandare via la cattiveria e per invitare la fortuna (Si chiama "Mamemaki"). Molto spesso qualcuno si maschera come l'orco con le corna e gli altri gli lanciano i fagioli di soia, ulando "Vattene via orco, giunga la fortuna! (Oni wa soto, Fuku wa uchi!)". Alla fine ognuno mangia i fagioli di soia nel numero della sua età.

Alla cena di Setsubun si mangia il "Futomaki zushi" (Sushi arrotolato grosso, si chiama anche "Ehou maki"). Si deve mangiarne uno intero senza tagliarlo e senza parlare, chiudendo gli occhi e pensando il desiderio dell'anno. Quando si mangia si deve voltare in direzione di "Toshitokujin" (la dea che dispone la fortuna del'anno). Nel 2009 la direzione fortunata (Ehou) è est-nord-est. La direzione della dea cambia ogni anno.

01 feb 2009

Tamagoyaki (Frittata giapponese)

Il tamagoyaki è un tipo di frittata giapponese che si arrotola mentre si cuoce, ha diversi strati. Si mangia molto spesso a colazione compreso nel bento (cestino da pranzo) e si usa anche come ingrediente per il sushi.
Per fare il tamagoyaki si usa normalmente una padella quadrata. Purtroppo io non ce l'ho, perciò ne ho usata una rodonda. Comunque è venuto abbastanza bene.

Ingredienti per 4p.:
Uova: 4
Zucchero: 1 cucchiaio
Sake: 1 cucchiaio
Sale: mezzo cucchiaino
Salsa di soia: 1 cucchiaino
Olio vegitale


Ricetta:

1. Sbattete le uova e aggiungete lo zucchero, il sake, il sale e la salsa di soia.

2. Riscaldate una padella madia (diametro di circa 20cm), ungetela con un po' di olio e versate un terzo di uovo. Quando l'uovo è mezzo cotto, arrotolatelo dal lato opposto della padella.

3. Ungete la parte libera della padella e aggungete un altro terzo di uovo, poi arrotolatelo, fate questo lavoro 2 volte finchè finisce tutto l'uovo.

4. Arrotolate la frittata (3) con il makisu per formarla bene.

5. Quando si è raffredata tagliatela dal lato corto con spessore di circa 2cm.
Mangiate il tamagoyaki con salsa di soia secondo la propria preferenza.

31 gen 2009

Makizushi (sushi arrotolato)

Il makizushi è un tipo di sushi arrotolato. Per farlo si usa il makisu.

Ingredienti per 4 persone:
Riso giapponese: 500g
Aceto di riso (o mela): 3 cucchiai
Sale: 1.5 cucchiaini
Zucchero: 1 cucchiaio
Tonno (in scatola): 150g
Salmone affumicato: 150g
maionese: 1 cucchiaio
cetriolo: 1
Nori (alghe): 8 fogli
Salsa di soia
Wasabi*

Ricetta:

1. Preparate il riso al vapore.

2. Mettete il riso al vapore caldo nella ciotola grande, e spargete l'aceto di riso in cui avete fatto sciogliere il sale e lo zucchero. Mescolatelo bene.

3. Tagliate il cetriolo a listarelle sottili.

4. Scolate l'olio dal tonno e mescolatelo con la maionese.

5. Tagliate i nori (le alghe) a metà.

7. Sul makisu disponete l' alga. Spalmate il riso sottilmente sul' alga. Lasciate 1cm di spazio senza il riso sul lato opposto.

A. Tonno e cetriolo
Mettete il tonno e il cetriolo al centro del riso spalmato orizzontalmente.
Arrotolate il makisu per avvolgere il riso e gli ingredienti nel'alga.
Fatelo riposare un paio di minuti poi tagliatelo in 6 pezzi con il coltello bagnato.

B. Salmone affumicato e cetriolo
Fate il sushi con salmone e cetriolo uguale come A. tonno e cetriolo.

8. Mangiate i sushi con la salsa di soia e il wasabi secondo la propria preferenza.

*Wasabi è il rafano verde giapponese dal sapore piccante. Si trova nei negozii orientali o anche nei grandi supermercati.

18 gen 2009

Nori

Nori in giapponese significa alghe.
Il foglio di nori è un ingrediente che si usa molto spesso per la cucina giapponese per preparare il sushi, l'onighiri, ecc.

A Roma il nori si trova nei negozi orientali o grandi supermercati o Castroni abbastanza facilmente.

Dovete conservare il nori dove non c'e tanta umidita in busta chiusa a temperatura ambiente.

17 gen 2009

Makisu

Il makisu (o makisudare) è un stuoia fatta da bastoncini di bamboo legati da una corda di cottone.
Si usa per preparare i sushi arrotolati (Makizushi) e anche altri piatti.

Generalmente un makisu ha una dimensione di 25x25 - 30x30 cm.

A Roma il makisu si trova nei negozi orientali o Castroni. Nei grandi supermercati si trova il "Sushi Kit", la confezione contiene il riso giapponese e il nori (alghe) e il makisu.

Doppo che avete usato il makisu, dovete lavarlo e asciugarlo molto bene per evitare che si crei la muffa.

14 gen 2009

Temari zushi (Sushi pallini)

Non è facile formare il riso per fare sushi.
Pero se usate la pellicola, potete formare i pallini di sushi abbastanza facilmente.

Ingredienti per 4 persone:
Riso giapponese: 500g
Aceto di riso (o mela): 3 cucchiai
Sale: 1.5 cucchiaini
Zucchero: 1 cucchiaio
Coda di gambero: 20
Avogado: 1
Limone: 1
Salmone naturale(scatoletta): 100g
Uova di salmone (scatoletta): 50g
Salsa di soia
Wasabi*

Ricetta:

1. Infilate gli stuzzicadenti nel dorso dei gamberi per farli stare sempre diritti quando si cuociono. Bollite nell'acqua per 3 minuti.

2. Sfilate gli stuzzicadenti dai gamberi e sbucciateli. Tagliate la parte del'addome del gambero lasciando attacata la parte del dorso, e divaricateli.

3. Tagliate l'avogado molto sottilmente (2-3mm) e spargete il succo di limone per non cambiare il suo colore.

4. Preparate il riso al vapore.

5. Mettete il riso al vapore caldo nella ciotola grande, e spargete l'aceto di riso in cui avete fatto sciogliere il sale e lo zucchero. Mescolatelo bene.

6. Dividete il riso metà. La metà si usa in bianco per fare il sushi con gamberi e avogado. L'altra metà deve essere mescolata con il salmone.


A. Sushi con gamberi e avogado
Sulla pellicola mettete un gambero e una fettina di avogado e poi un cucchiaio di riso (6) uno sopra l'altro. Avvolgetelo con la pellicola e formatelo come un pallino. Quando è fatto, togliete la pellicola dal pallino di sushi.

B. Sushi con salmone
Mescolate il riso (6) e salmone sgocciolato. Avvolgete un cucchiaio di questo riso e salmone con la pellicola e formatelo come un pallino. Quando è fatto, togliete la pellicola dal pallino di sushi. E mettete un po' di uova di salmone sul sushi.

7. Mangiate i sushi con la salsa di soia e il wasabi secondo la propria preferenza.

*Wasabi è il rafano verde giapponese dal sapore piccante. Si trova nei negozii orientali o anche nei grandi supermercati.